Da Jim Belushi a Tom Fontana (I Borgia) a Ivan Cotroneo (Tutti Pazzi per Amore). Ecco tutte le master class del RomaFictionFest

Pubblicato: 17 settembre 2011 in RomaFictionFest
Tag:, , , , , , , , , , ,

RomaFictionFest dal 25 al 30 settembre, ecco il programma delle masterclass aperte a tutti

Le Master Class della V edizione del RomaFictionFest: da Jim Belushi a Tom Fontana (I Borgia) a Ivan Cotroneo. Ecco tutti gli incontri con i creativi della televisione mondiale. L’ingresso è libero. All’Auditorium Parco della Musica. E’ il rapporto tra la scrittura creativa e la produzione a caratterizzare, significativamente, ancora una volta parte del programma delle Master Class del RomaFictionFest.

E’ il rapporto tra la scrittura creativa e la produzione a caratterizzare, significativamente, ancora una volta parte del programma delle Master Class del RomaFictionFest. Un progetto cui tornano a collaborare le associazioni SACT e CentoAutori per un lavoro ‘verticale’ sul legame tra creatività e produttività sia sotto il profilo artistico che economico sviluppato in incontri pubblici dove i professionisti di casa nostra possono confrontarsi con i loro colleghi stranieri. La rivoluzione dell’industria televisiva dell’ultimo decennio è partita proprio da questa progettualità innovativa che vede lo sceneggiatore – creatore al centro dell’industria audiovisiva del Ventunesimo Secolo in un orizzonte produttivo molto più ampio rispetto al passato con, in più una grandissima attenzione verso la qualità e la capacità di innovare sul piano narrativo. Così dopo i creatori di Lost,Damon Lindelof e Carlton Cuse, dopo il “Neil Simon sudamericano” Fernando Caitàn, dopo l’autore di Shameless Paul Abbott, dopo la presenza del grande produttore e regista brasiliano candidato all’Oscar, Fernando Meirelles, dopo l’ideatore di In Treatment e Be Tipul Hagai Levi e il nostro Giancarlo De Cataldo, il RomaFictionFest torna con un programma di incontri molto rilevante, legati al tema del ‘Created By’ ovvero del ruolo centrale dello sceneggiatore e dello scrittore. Un progetto che oltre a fare il punto della situazione per quello che riguarda il panorama internazionale, intende stimolare nei tanti giovani che partecipano a questi incontri, l’attenzione per l’affinamento del talento e per lo sviluppo di idee nuove destinate al mercato televisivo. Le Master Class del RomaFictionFest continuano a prestare attenzione a quanto accade nel mercato internazionale e al fenomeno degli ‘adattamenti’ che per la prima volta nella storia, vedono diversi prodotti televisivi europei ‘tradotti’ per il mercato americano alle volte dai loro stessi creatori Così nella Master Class congiunta intitolata ‘Adaptation’ troveremo a dialogare insieme i due sceneggiatori inglesi, Toby Whithouse (Being Human) e Ashley Pharoah (Life on Mars, Ashes to Ashes) con due colleghi italiani come Daniele Cesarano (RIS; Il Mostro di Firenze, Romanzo Criminale) e Ivan Cotroneo (Tutti pazzi per Amore). Il giorno successivo, in collaborazione con la sezione Industry diretta da Antony Root, il RomaFictionFest approfondisce la nuova sifda del mercato globale della televisione in una Master Class chiamata ‘Internazionalization’ che vede coinvolti, tra gli altri, il ‘golden boy’ della televisione israeliana Gideon Raff autore di Hatufim che ad ottobre esordirà negli Stati Uniti nella sua versione americana intitolata Homeland. La storia di alcuni prigionieri dell’esercito di Israele, detenuti in Siria per diciassette anni e del loro ritorno a casa, viene adattata negli Stati Uniti con protagonisti dell’esercito americano lasciati liberi in Afghanistan. Insieme a Raff, sul palco ci saranno anche il tedesco autore della versione germanica di Ugly BettyMichael Esser e la produttrice esecutiva di Rome e dei BorgiaAnne Thomoupolos. Ed è proprio il grande veterano della teleivisone americana Tom Fontana, autore, tra gli altri della popolare serie carceraria Oz, a guidare il pubblico del RFF alla volta della scoperta della creatività legata ai prodotti storici internazionali come I Borgia. Un vero e proprio evento è anche la Master Class di Gina Matthews e Grant Scharbo, coppia produttrice di Missing, la serie prodotta da ABC Disney che promette di rivoluzionare il modo stesso di produrre televisione in Europa, grazie ad un interessante sistema di coproduzioni che si snoda per tutte le puntate di un progetto che richiama inevitabilmente alla memoria le coproduzioni un passato in cui la macchina produttiva americana si confrontava con le produzioni locali del Vecchio Continente per realizzare prodotti dall’appeal sempre più internazionale.

Programma:

25 settembre Ore 16.30 – Sala Sinopoli

Jim Belushi

27 settembre Ore 15.00 – Sala Sinopoli

ADAPTATION

Toby Whithouse(Being Human, UK)

Ashley Pharaoh(Life on Mars, UK)

Ivan Cotroneo(Tutti pazzi per Amore, Italia)

Daniele Cesarano(RIS – Delitti Imperfetti, Italia)

28 settembre 11.00 – Sala Sinopoli

Internationalization: The new Challenge for Television Fiction

Michael Esser(versione tedesca Ugly Betty, Germania)

Gideon Raff(Hatufim, Homeland, Israele)

Anna Thomopoulos(Executive Producer, Camelot, Rome, Usa)

Ben Donald(Executive Producer BBC Worldwide, UK)

Joseph Plager(VP Senior delle Corpodizuioni, Entertainment One, Canada)

Nathalie Garcìa(Direttore Sviluppo e produzione di contenuti, Vertice 360, Spagna)

Carrie Stein(Amministratore Delegato, 3 Arts Entertainment, Usa)

28 settembre ore 15.30

Gina Matthews, Grant Scharbo(Missing)

29 settembre ore 15.00

Tom Fontana(Oz, I Borgia)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...