Macro Lego Universe created this really cool stop-motion LEGO video that recreates the climatic clock tower sequence from Back to the Future. There’s a lot of love and care that went into developing this video, and I thought it was great that it uses the same audio from the movie to bring the creation to life. I had a smile on my face from start to finish of this video, and I think you’ll all get a kick out of it as well. Check it out!

On Geektyrant.com

Globecast-Vaticano-1Trova il servizio pubblico prima che il servizio pubblico trovi te. Così verrebbe da dire ai vertici della Rai, dopo la ridda di eventi di studio che sono stati organizzati a Viale Mazzini in questi mesi. La scadenza della licenza programmata per il 2016 e il cattivo rapporto con il governo di Matteo Renzi, stanno costringendo il direttore generale Gubitosi e la presidente Tarantola a moltiplicare i convegni per individuare gli elementi di novità che possano caratterizzare il servizio pubblico televisivo nell’era del digitale. Leggi il seguito di questo post »

Papa Francesco è arrivato in Brasile“La famiglia è il primo luogo dove impariamo a comunicare. Tornare a questo momento originario ci può aiutare sia a rendere la comunicazione più autentica e umana, sia a guardare la famiglia da un nuovo punto di vista”. Lo ha detto Papa Francesco in occasione della XLIX Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali dedicata al tema “Comunicare la famiglia: ambiente privilegiato dell’incontro nella gratuità dell’amore”. Si tratta di una novità che i mass media, però, non hanno (ancora) capito. Leggi il seguito di questo post »

598b69a5-e042-447e-9bb8-8a4610e50ce1_mediumIl segnale è piccolo, appena percettibile. La sua importanza però è impressionante. La Rai, per la prima volta, ha ammesso pubblicamente che l’Auditel è morto. Lo ha fatto il direttore marketing della tv di stato, Andrea Fabiano, con una mini intervista ad un noto quotidiano. “Dal 2016, ha detto Fabiano, l’Auditel dovrebbe trovare un modo per misurare gli altri schermi”. Secondo il direttore marketing di Viale Mazzini, i giovani “se vivono ancora in casa non disdegnano il vecchio televisore. Ma, certo, sono portati a preferire altri device. Pc a parte, ci sono smartphone, tablet, decoder, console giochi. Proprio per questo, dal 2016 l’Auditel dovrebbe trovare un modo di misurare gli altri schermi”. Flautato ma spietato. Leggi il seguito di questo post »

Jury+Emerging+New+Talents+Photocall+5th+International+ecodhu5Qo4Bl

La produttrice russa Uliana Kovaleva, nella giuria del Marco Aurelio esordienti del Festival del Cinema di Roma insieme con Claudio Giovannesi, Valentina Carnelutti e Giampaolo Rossi (e il sottoscritto)

Negli ultimi dieci anni i numeri del box office russo sono raddoppiati. La Russia è il quarto mercato in Europa e il nono al mondo: nel 2013 il box office ha raggiunto il miliardo di euro con 170 milioni di biglietti venduti. Dei 480 film che escono in sala, 84 sono russi, con una quota di mercato del 15,5%. Dieci anni fa, il botteghino si attestava sui 100 milioni di dollari, con 41 milioni di spettatori e solo il 6,1% di quota di mercato di film russi. Leggi il seguito di questo post »

woody-allenAnche Woody Allen ha ceduto alle lusinghe della nuova tv sul web e dirigerà la prima “serie” della sua vita. La notizia ha sorpreso i suoi fan ma, visto quello che sta succedendo nel mercato televisivo internazionale, non deve poi stupire più di tanto. I dati infatti sono più impressionanti di quanto saremmo propensi a immaginare ed è ormai difficile per autori e producer resistere alle lusinghe (e ai numeri) della nuova tv. Leggi il seguito di questo post »

gubitosi-e-tarantolaIndecisa fra business e servizio, la Rai di Tarantola e Gubitosi si ritrova a vivere lo stesso paradosso attribuito al filosofo Jean Buridan. Un asino non riesce a scegliere fra due mucchi di fieno e muore di fame. E’ la contraddizione che la Rai sta vivendo in questa fase della sua vita. Leggi il seguito di questo post »