37°4 S di Adriano Valerio

37°4 S di Adriano Valerio

Tristan da Cunha è un gruppo di isolette perdute nell’Atlantico a tremila chilometri di distanza dalla costa più vicina, a metà strada tra Africa e Sud America. Qualche roccia che litiga con le massicce onde del mare, un vulcano che di inverno si copre di neve, i prati verdi che sembrano rasati e che fanno da contrasto al cielo grigio, un paio di strade senza macchine in mezzo al nulla. Solo una di queste isolette è abitata. Ci vivono 270 persone. Una terra aspra, piena di vento e di un oceano infinito. Adriano Valerio, un giovane filmaker italiano, già allievo di Bellocchio, ha scelto questa location insolita Leggi il seguito di questo post »

Tutta colpa di Beringuer, il libro di Francesco Serra

Tutta colpa di Beringuer, il libro di Francesco Serra

«Tutta colpa di Berlinguer. E’ stato lui la causa della rottura tra me e Sergio, che provocò una scissione nel nostro gruppo e la voglia di mandare tutto all’aria. Quando ci siamo ficcati in quel casino, dentro ciascuno di noi convivevano sentimenti opposti, le divisioni tra compagni erano nette e su molti temi eravamo distanti anni luce. Altro che radioso sol dell’avvenire! Altro che centralismo democratico e balle di questo tipo. La verità è che avevamo annacquato le nostre idee dentro un brodo di chiacchiere che aveva finito col farci venire il mal di stomaco». L’incipit del libro è fulminante. Leggi il seguito di questo post »

The fault in our stars

The fault in our stars

Hazel Grace Lancaster, una ragazza con il giovane destino tragicamente segnato da un cancro alla tiroide, dice a Augustus “Gus” Waters, un coetaneo con la gamba amputata a causa di un osteosarcoma: «Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo». La loro drammatica storia d’amore (un «piccolo infinito») è raccontata in un libro di John Green che si intitola “Colpa delle stelle” (The Fault in Our Stars). Il romanzo («quasi geniale», secondo il quotidiano britannico The Times) ha scalato le classifiche dei libri più venduti nel mondo ed è diventato anche un film diretto da Josh Boone e interpretato da Shailene Woodley e da Ansel Elgort. Il trailer è molto lacrimevole ed è molto scaricato su Youtube e il film arriverà Leggi il seguito di questo post »

Il segreto di Cyop e Kaf

Il segreto di Cyop e Kaf

Sono le immagini che nessuno era stato capace di girare, fino ad ora. In sella su un motorino smarmittato, seduti dietro ad un vero scugnizzo minorenne (rigorosamente senza casco) giù a rotta di collo per Leggi il seguito di questo post »

Women you are more beautiful than you think - The Dove Campaign

You are more beautiful than you think – The Dove Campaign

“The real beauty” è il titolo di una campagna pubblicitaria che la “Dove” lanciò con successo nel 2004 e che nel 2013 ha toccato il suo apice con un video virale di grande successo sul web: “You are more beautiful than you think”. Leggi il seguito di questo post »

Dario Franceschini

Dario Franceschini

L’equivoco nasce dal fatto che la cultura, quella vera, non dovrebbe avere bisogno di un ministero. Nonostante il lungo elenco di nobili ministri che si sono succeduti su quella poltrona e nonostante l’interminabile pubblicistica dei loro buoni propositi, la vita culturale italiana langue ai limiti della sopravvivenza. Il cinema si affida ad Leggi il seguito di questo post »

Enzo Della Volpe in "Le cose belle"

Enzo Della Volpe in “Le cose belle”

La bellezza si difende solo con la bellezza. Alcuni anni fa un’importante associazione ambientalista chiese a Folco Quilici (il più grande regista di documentari del nostro paese) di partecipare alla realizzazione di una campagna di sensibilizzazione sul degrado e sull’inquinamento crescente del Mediterraneo. Accettò con entusiasmo. Gli proposero di girare alcune sequenze con le chiazze di petrolio in mare, con le plastiche abbandonate sulle spiagge, con gli eco-mostri costruiti sulle scogliere. E così via. Quilici non ebbe bisogno di rifletterci su: rifiutò con sdegno e abbandonò precipitosamente il progetto. Leggi il seguito di questo post »